Reputazione personale e aziendale, ma sempre più sicurezza a tutto tondo: l’uso non corretto dei social media si sta dimostrando una fonte drammaticamente importante delle vulnerabilità di un intero business. Non servono divieti, ma una buona formazione e sensibilizzazione ai rischi.


Computer vision, droni e algoritmi intelligenti per accompagnare allenatori e preparatori atletici nel raggiungimento dell’ottimo nel mondo del calcio. Come tutti gli altri business, anche il “mondo del pallone“ sta abbracciando soluzioni data-driven.


Raccogliere, spostare, gestire e fornire le varie componenti della nostra identità digitale con la blockchain? Possibile, anzi probabile.


L’intelligenza artificiale si sta diffondendo in ogni settore. Tra le industrie interessate spicca senza dubbio il mondo dell’advertising e del marketing in generale, alla ricerca di una spinta ottimizzazione e migliore personalizzazione di campagne pubblicitarie. 


Le aziende manifatturiere stanno vedendo trasformarsi mercato e metodi di lavoro. Un’opportunità concreta per il movimento italiano che può vantare una storia e vocazione industriale riconosciute in tutto il mondo. Ma per riuscire in questa trasformazione occorre consapevolezza e cultura digitale.


Il mondo è cambiato e sta continuando a cambiare ed è sempre successo. La novità nell’era digitale è la velocità alla quale tutto ciò sta accadendo. Una velocità che stupisce le vecchie generazioni, ma non i millennians e le generazioni successive. Il risultato è stato, e lo è ancora oggi, lo stravolgimento del business tradizionali.


Siamo all’inizio di una nuova entusiasmante era nell’analisi predittiva guidata da algoritmi di machine learning. Analisi dei dati, costruzione di modelli, previsioni di business. 


Nel primo trimestre del 2019 si evidenzia come la corsa all’innovazione si basi essenzialmente su tre grandi temi, quali analytics, intelligenza artificiale e blockchain.